Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

martedì 12 maggio 2015

FRA LEOPOLDO RIZZI NUOVO SINDACO DI VIGO DI FASSA

Il dignitario del V.E.O.S.P.S.S. è stato eletto con la lista "Duc Ensema" (Tutti insieme).

Fra Leopoldo Rizzi
Fra Leopoldo Rizzi, Ambasciatore at Large e Cavaliere Ufficiale del Venerabilis Equester Ordo Sacri Principatus Sancti Sepulchri - V.E.O.S.P.S.S. è stato eletto Sindaco di Vigo di Fassa, il famoso comune del Trentino a grande vocazione turistica.
Fra Leopoldo si è presentato con la lista "Duc Ensema" (Tutti insieme).
La carta vincente di Fra Leopoldo Rizzi è stata quella di proporre una nuova Vigo, con un ritorno alla Grande Vigo capoluogo di Fassa, tenendo anche ben fisso però l’obiettivo del comune unico per la Val di Fassa, definito, dallo stesso neo-sindaco come "Unica possibilità per avere maggiore forza contrattuale in Provincia e valorizzare la valle come un'unità culturale a forte attrazione turistica". La scelta di mettere nel simbolo di lista i tre colori della bandiera ladina e la chiesa di Santa Giuliana, patrona di Fassa, rappresenta l'unità e dell'identità ladina di questa località.
Purtroppo, con la nomina a Sindaco, Fra Leopoldo Rizzi dovrà rinunciare alla carica di Ambasciatore at Large dell'Ordine per incompatibilità delle cariche ricoperte.
Infatti, secondo lo Statuto e la Regola dell'Ordine, i Membri del Gran Consiglio e del Corpo Diplomatico del V.E.O.S.P.S.S. non possono rivestire ruoli politici o religiosi di rilievo.
A Fra Leopoldo Rizzi i più vivi complimenti per la nuova prestigiosa carica raggiunta.

La Redazione

Il Sindaco Fra Leopoldo Rizzi, Fra Antonio Awana Gana Costantini Picardi e Giulio Rapetti Mogol

domenica 10 maggio 2015

IL V.E.O.S.P.S.S. PRESENTE A "GIUGA' IN TU PAIZE", INIZIATIVA IN FAVORE DEI BAMBINI A BORDIGHERA ALTA

Il 26 aprile il V.E.O.S.P.S.S. ha partecipato alla bellissima iniziativa a Bordighera Alta, organizzata dall'Associazione A.C. Fuoriasse.

La delegazione del V.E.O.S.P.S.S. con il giornalista Valerio Moschetti

Domenica 26 aprile si è svolta, nelle due piazze principali di Bordighera Alta, Piazza del Popolo e Piazza Padre Giacomo Viale, la terza edizione della manifestazione "Giugà in te Paize".
La manifestazione, organizzata dall'Associazione A.C. Fuoriasse, con la collaborazione di U Risveiu Burdigotu e con il patrocinio del Comune di Bordighera e del comitato provinciale UNICEF, ha visto la partecipazione di una delegazione del V.E.O.S.P.S.S., invitata da Valerio Moschetti e guidata dal Segretario Generale, Fra Alessio Rossi.
Fra Alessio Rossi con alcuni bambini
La manifestazione ha proposto ai bambini numerose attrazioni, quali il tennis tavolo, il tiro con la balestra, il Calcio Balilla, il Gioco Ciclo Tappo, alcuni laboratori ludici, clowns, personaggi dei cartoni animati e l'iniziativa "Cavalieri in tu paize".
Il Segretario Generale dei Cavalieri Bianchi di Seborga ha spiegato ai bambini, molto attenti, il valore della cavalleria ed il significato dell'essere cavalieri oggi.
La spiegazione ha suscitato grande interesse e numerose domande da parte dei bambini.
La delegazione del V.E.O.S.P.S.S.
"Ringrazio Valerio Moschetti per l'invito", ha commentato il Gran Priore dell'Ordine, Fra Riccardo Bonsi, "perché ci ha permesso di spiegare i valori cavallereschi; i bambini hanno ascoltato con attenzione, a dimostrazione che questi argomenti interessano sempre tutti, piccoli e grandi.
Purtroppo non abbiamo potuto partecipare numerosi, perché impegnati in diverse manifestazioni a Venezia, ma abbiamo deciso di inviare un Dignitario dell'Ordine Membro del Gran Consiglio, ossia il nostro Segretario Generale, perché riteniamo che i bambini debbano avere sempre la massima attenzione.
L'iniziativa "Cavalieri in tu paize"
Del resto l'Ordine da anni si batte per la tutela dei bambini; ricordiamo le battaglie condotte, anche presso l'Unione Europea e le Nazioni Unite, per far diventare la pedofilia un crimine contro l'Umanità.
I bambini vanno difesi e tutelati e nessuno deve osare toccarli e chi compie questi atti o li asseconda o li nasconde è un essere spregevole", ha concluso il Gran Priore.

Sagge parole!

La Redazione

Il Segretario Generale Fra Alessio Rossi