Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

domenica 17 maggio 2015

GRANDE SUCCESSO AL CASINO' DI SANREMO DI PADRE MARCELO BARROS E FRA SALVATORE NIEDDU

Sabato 16 Maggio al Teatro dell'Opera del Casinò di Sanremo il grande Teologo e Biblista Brasiliano e l'esperto della Linea di San Michele, entrambi Membri del V.E.O.S.P.S.S., hanno incantato con le loro conferenze.

La delegazione del V.E.O.S.P.S.S. con il Fratello Marcelo Barros de Sousa
Sabato 16 Maggio, nella splendida cornice del Teatro dell'Opera del Casinò di Sanremo, il Venerabilis Equester Ordo Sacri Principatus Sancti Sepulchri - V.E.O.S.P.S.S. ha presentato due conferenze molto interessanti.
Da sx a dx: Fra Salvatore Nieddu, S.A.S. Fra Massimiliano
Molini di Valibona. Fra Riccardo Bonsi, Fra Marcelo Barros
e la Dr.ssa Marzia Taruffi
Alla presenza delle Autorità Comunali (presente l'Assessore Eugenio Nocita) e di alcune Associazioni partner dell'Ordine, quali la LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, il Gran Priore dell'Ordine, Fra Riccardo Bonsi, affiancato dal Principe di Seborga, di Chauvigny e di Nimes, S.A.S. Fra Massimiliano Molini di Valibona, e coadiuvato dalla Dr.ssa Marzia Taruffi, responsabile Ufficio Stampa e Cultura del Casinò, ha aperto la prima conferenza, presentando il primo relatore, Padre Marcelo Barros de Sousa.
Marcelo Barros De Sousa nasce a Camaragibe, nello Stato di Pernambuco, in Brasile, il 27 novembre 1944.
Il Labaro dell'Ordine
Nel dicembre del 1962, poco dopo il compimento dei 18 anni, entra come Postulante nel Monastero benedettino di Olinda e nel 1965 professa i voti monastici.
Nel 1969 viene ordinato Sacerdote nella Chiesa abbaziale del Monastero di Olinda da Mons. Helder Camara.
Dal 1967 al 1976, Padre Marcelo lavora per Mons. Camara in qualità di segretario e Consigliere per gli Affari ecumenici, ricevendo proprio da Mons. Camara la sua formazione teologica.
Teologo biblista di primo piano nel panorama cattolico mondiale, fa parte del gruppo fondatore del Centro Ecumenico di Studi Biblici (CEBI).
Padre Marcelo è anche uno dei tre latinoamericani membri della Commissione Teologica dell'Associazione Ecumenica dei Teologi del Terzo Mondo (ASETT), che riunisce i teologi dell'America Latina, dell'Africa, dell'Asia e delle minoranze nere e delle popolazioni indigene del Nord America.
Fra Marcelo Barros de Sousa
Nel contesto della teologia della liberazione, Padre Marcelo ha sviluppato una propria teoria spirituale, la Teologia della Terra.
Attualmente, promuove lo sviluppo di una ricerca teologica sul rapporto tra il Cristianesimo e le religioni dei neri e degli indigeni e coordina un gruppo di lavoro sulla teologia del pluralismo religioso e di un cristianesimo aperto ad altre culture e religioni. 
Dal 2010 è Assistente spirituale del V.E.O.S.P.S.S.
Padre Marcelo ha tenuto la Conferenza dal titolo "Il Sapore della Libertà", facendo particolare riferimento a due suoi famosissimi libri, "Il Sapore della Libertà" e "Evangelo e Istituzione".
I Conferenzieri
Padre Marcelo ha spiegato il significato intimo e profondo del concetto di "Libertà": libertà da (qualcosa, qualcuno), ma soprattutto libertà per (qualcosa, qualcuno); libertà intesa come vocazione, come un qualcosa di insito nell'uomo stesso; libertà come unità interiore per ricercare l'unità con gli altri, in quanto la libertà del singolo dipende dalla libertà di tutti; infine, la libertà come dimensione ecclesiale.
Padre Marcelo è poi passato ad analizzare la relazione che oggi intercorre tra la parola di Gesù Cristo, contenuta nei Vangeli, e l'atteggiamento della Chiesa di oggi, una Chiesa che manifesta una grande difficoltà ad inserirsi nella vita reale; segno evidente di questa difficoltà è il fatto che molte, troppe volte, i ministri ed i pastori si rifugiano nelle posizioni di potere e tendono solo a rafforzare l'istituzione, richiudendosi sempre di più in se stessi e dimenticando quella condizione di "povertà interiore", che è essenziale per vivere pienamente la Fede.
La conferenza è poi terminata con la lettura, da parte del Gran Priore dell'Ordine, di una poesia di Don Helder Camara, del quale il 3 maggio scorso, nella sede di Olinda, è iniziata la fase diocesana del processo di Beatificazione e Canonizzazione:
Ho sognato che il papa impazziva,
e dava fuoco al Vaticano
Ed anche alla basilica di San Pietro.
Pazzia sacra,
perché Dio attizzava il fuoco
che i pompieri, invano,
cercavano di spegnere.
Il papa folle,
usciva per le strade di Roma,
dicendo addio agli ambasciatori
presso la Santa Sede
e distribuendo ai poveri
tutto il denaro
della Banca del Vaticano.
Che vergogna per i cristiani!
Perché un papa 
Viva il Vangelo di Gesù,
dobbiamo immaginarlo
Impazzito, completamente.
La buona novella è che oggi, forse, il Papa "folle" è arrivato e si può ricominciare a sperare, ricordandoci sempre le parole di Dom Helder Camara: "Non lasciare cadere la Profezia".
La conferenza di Fra Salvatore Nieddu
L'altra conferenza è iniziata con la presentazione del Gran Priore di Fra Salvatore Nieddu.
Fra Salvatore Nieddu, Cavaliere ad Honorem del V.E.O.S.P.S.S., da anni si dedica allo studio della “Linea di San Michele”, detta anche “Via Michaelica”, un’antichissima rotta di pellegrinaggio che tocca i principali paesi dell’Europa antica.
A fianco di santuari noti, dedicati all’Arcangelo e costituenti i centri fondanti della Via Michaelica, sono stati identificati altri punti posti in asse con la stessa immaginaria diagonale di San Michele.
Un meraviglioso viaggio di fede, di speranza e di cultura.
Fra Salvatore ha illustrato la Linea di San Michele analizzando, con dovizia di particolari artistici e spirituali, le varie Chiese che si trovano lungo le linee della Via Michaelica.
Il relatore ha poi presentato il "Diploma Abbazie Linea di San Michele", istituito dal V.E.O.S.P.S.S. in cooperazione con la sezione A.R.I. (Associazione Radioamatori Italiani) di Busto Arsizio e Rblob Radio Group.
Momenti della Conferenza
Al termine della conferenza, i due relatori sono stati salutati con un fragoroso applauso.
I presenti hanno poi effettuato una raccolta fondi spontanea, donando il ricavato a Padre Marcelo Barros per sostenere il suo Monastero ed aiutare i bambini bisognosi.
"Un'altra giornata esaltante", ha commentato il Gran Priore, Fra Riccardo Bonsi, "Padre Marcelo Barros,ancora una volta, ha riempito i nostri cuori di spiritualità e speranza. 
Un uomo straordinario, che vorrei avere tutti i giorni al mio fianco.
Grazie Fratello Marcelo, grazie per quello che ci hai donato: le tue parole hanno infuso in noi un nuovo vigore e ci hanno spronato ad andare avanti, a combattere le battaglie contro la pedofilia e contro gli esseri spregevoli che assecondano, difendono o giustificano i pedofili, e in difesa dei Cristiani massacrati nel mondo.
Fra Salvatore", ha proseguito il Gran Priore, "ci ha calati in una dimensione quasi favolistica, illustrandoci meravigliose Chiese, con la loro duplice dimensione, artistica e spirituale.
Devo, infine, ringraziare Fra Salvatore, perché senza il suo lavoro e la sua dedizione all'Ordine, il Diploma Abbazie Linea di San Michele non si sarebbe potuto realizzare".

Per il V.E.O.S.P.S.S. un ulteriore successo, con la cultura e la spiritualità assolute protagoniste. 

La Redazione