Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

Non Nobis Domine, Non Nobis, Sed Nomini Tuo Da Gloriam

giovedì 27 aprile 2017

I Templari dopo 703 anni tornano a Parigi, aprono una sede nella Capitale francese e nominano un Console Generale - Balivo per la Francia

Dopo 703 anni, il V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis torna a Parigi e apre una sede nel centro della città.


703 anni dopo quel famigerato 18 marzo 1314, giorno in cui nell'île des Juifs fu mandato al rogo il Maestro Generale dei Templari Jacques de Molay, il V.E.O.S.P.S.S. - Pauperes Commilitones Christi Templique torna ufficialmente a Parigi.
La nuova sede di rappresentanza dei Templari si trova nel cuore della città, nel 1er arrondissement, prossimo al Palais Royal, in uno stabile di sette piani del 1930, al N. 33 di Rue de Richelieu.
La sede di rappresentanza è anche la sede del Console Generale - Balivo per la Francia, Fra Diego Bragonzi Bignami, nominato l'8 aprile scorso.
I Templari si legano sempre di più a Parigi: infatti, dopo essersi consacrati alla Madonna miracolosa di Rue du Bac (portando sul mantello la medaglia miracolosa), ora ecco arrivare la nuova sede di rappresentanza.
Finalmente i Templari sono tornati a Parigi!

La Redazione




lunedì 24 aprile 2017

Il V.E.O.S.P.S.S. partecipa al corso di Falconeria organizzato dall'Agriturismo "Monaci Templari" di Seborga e dall'Associazione "Terra di Confine"

Una splendida manifestazione con meravigliosi rapaci come protagonisti.


Domenica 23 aprile, nella splendida grangia dell'Ordine "Monaci Templari" di Seborga, l'associazione "Terra di Confine" ha tenuto un corso di falconeria.
Magistralmente diretti dal Presidente dell'Associazione, Sabina Camarda, Dama ad Honorem del V.E.O.S.P.S.S., poiane, gufi, falchi, barbagianni e allocchi hanno deliziato gli ospiti accorsi numerosi.
Il corso, teorico e pratico, ha fatto conoscere l'arte della falconeria.
La falconeria è una pratica venatoria basata sull'uso di uccelli rapaci per catturare prede.
Le prime evidenze relative alla falconeria si collocano in ambiente medio-orientale.
Riferimenti alla pratica venatoria aviaria si trovano già nell'Epopea di Gilgamesh, testo fondamentale della mitologia mesopotamica prodotto dalla civiltà dei Sumeri. 
Testimonianze archeologiche hanno altresì confermato il ricorso alla falconeria degli Assiri. 
Una delegazione del V.E.O.S.P.S.S. ha partecipato all'evento.
Alcuni membri dell'Ordine si sono cimentati in alcuni esercizi con i rapaci.
Al termine della giornata, l'associazione "Terra di Confine" ha conferito al V.E.O.S.P.S.S. un diploma ad honorem in ricordo della giornata.
La giornata è stata inoltre allietata dai bravissimi sbandieratori della compagnia "Sestriere Cuventu" di Ventimiglia.
"E' stata una giornata veramente interessante", ha commentato il Gran Priore dell'Ordine, Fra Riccardo Bonsi, "Flavio Gorni ed Emanuela Rebaudengo, titolari dell'Agriturismo Monaci Templari e nostri Conversi, hanno organizzato una splendida manifestazione e la nostra Sorella Sabina Camarda, con il suo gruppo, è stata veramente eccezionale.
Questa giornata dimostra che, con intelligenza e serietà, si possono organizzare eventi di grande richiamo.
Ancora una volta, grazie a Flavio Gorni, Seborga è diventata assoluta protagonista di un evento veramente interessante.
Ripeteremo sicuramente questa meravigliosa esperienza collaborando con l'Associazione Terra di Confine".

La Redazione